Occupazione israeliana

Alcune riflessioni sulla "Riconciliazione"

Il gran parlare oggi sull'intesa Al Fatah/Hamas dimostra quanto sia importante davvero arrivare ad un accordo, qualsiasi, che permetta alle due parti di uscire dalla pericolosa situazione che le travolge. Tutti parlano dell'intesa come l'unico processo raggiungibile. Al momento il documento firmato non rispecchia minimamente le richieste della piazza palestinese per arrivare all'unità nazionale. Quel che è stato firmato pone solo una tregua alle ostilità guerreggiate tra entrambi gli schieramenti.

25 Aprile 2014: Roma territorio occupato da Israele, la Resistenza c'è, tiene e libera il palco dalla tracotanza sionista

Stamattina la piazza del Colosseo è stata trasformata dagli squadristi sionisti in territorio occupato dallo Stato d'Israele. Alla vista delle bandiere palestinesi innalzate dai compagni italiani e palestinesi presenti, i picchiatori della comunità ebraica hanno iniziato ad aggredirli. Calci, pugni, sputi, insulti, per circa due ore sotto lo sguardo compiacente delle forze di polizia, che non hanno mosso un dito a difesa degli aggrediti dimostrando, ancora una volta, da quale parte sono schierate le istituzioni (sioniste) italiane.

RESISTENZA SEMPRE

Il revisionismo storico è una malattia senile di quella che fu la sinistra italiana, una malattia che ha portato alla riabilitazione dei fascisti di Salò, alle campagne per la “pacificazione”, la “memoria condivisa”, all'infangamento della Resistenza con le menzogne sulle foibe e la criminalizzazione del ruolo e del contributo dei comunisti all'interno di essa. Tutto ciò al fine di distruggere il patrimonio di lotta e coscienza delle classi oppresse: superando i “conflitti e gli odi del passato” si vuole imporre oggi la pace sociale per coprire l'offensiva a tutto spiano contro le condizioni di vita dei lavoratori che governi e padronato conducono. Non è un caso che gli stessi che portano avanti il revisionismo storico per le vicende passate del nostro paese, vogliono falsificare e cancellare quelle della Palestina, a partire dalla Nakba del 15 maggio 1948 ad oggi.

Iniziative per la "Giornata della terra palestinese"

Dal 28 al 30 Marzo 2014 - Varie città italiane

Pagine

Abbonamento a RSS - Occupazione israeliana

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.
 

FrontePalestina newsletter

Stay informed on our latest news!

Abbonamento a FrontePalestina newsletter feed

Accesso utente