detenzione amministrativa

Report dell'iniziativa sui prigionieri palestinesi all'Ambasciata dell'ANP

Per la rappresentante diplomatica dell'ANP in Italia, Ahmed Sa'dat (FPLP) è stato “ospitato” e poi “protetto” dall'ANP, non prima arrestato e poi lasciato nelle mani dei sionisti e le collaborazioni di Sicurezza ANP-Israele "servono a far arrivare medicine ai bambini palestinesi...".

Resoconto del presidio svoltosi a Milano sabato 25 ottobre in solidarietà a Georges I. Abdallah, Ahmad Sa’adat e a tutti i prigionieri palestinesi

L’iniziativa, promossa dal Fronte Palestina e dall’Assemblea di lotta “uniti contro la repressione”, è stata partecipata da circa 150 compagni/e provenienti da Lombardia, Veneto e Piemonte. Nel corso del pomeriggio, sono stati fatti interventi al microfono, diffusi volantini e materiali sulla Palestina. Hanno contribuito ad arricchire la giornata anche dei disegni, realizzati al momento su dei pannelli in legno e rappresentanti il volto dei compagni Georges e Sa’adat, segretario generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina. Inoltre, si sono fatti dei collegamenti radiofonici sui canali di radiazione.info. La giornata è stata anche animata dalla contestazione ai fascisti e reazionari antiabortisti che avevano scelto la stessa piazza per il concentramento del loro corteo contro la legge 194, come sempre difeso da un ampio stuolo di forze dell'ordine.

LIBERTÀ PER IL COMPAGNO GEORGES IBRAHIM ABDALLAH

Georges Ibrahim Abdallah, comunista libanese arrestato in Francia nel 1984, continua a scontare la sua pena, sebbene, per il diritto francese, sarebbe liberabile dal 1999. E’ palese che le decisioni prese dalla giustizia francese sono di natura esclusivamente politica, determinate dalla fiera rivendicazione della propria militanza antimperialista e comunista che Georges ha sempre fatto, continuando a sostenere, anche dopo decenni di carcere, la causa della liberazione dei popoli. Per questo come Fronte Palestina esprimiamo il nostro sostegno al compagno ed esigiamo il suo rilascio immediato.

Campagna Nazionale: SOSTEGNO ALLE LOTTE DEI PRIGIONIERI PALESTINESI

Storicamente i martiri ed i prigionieri rappresentano il seme di ogni rivoluzione, di ogni lotta di liberazione. La loro libertà rappresenta uno dei punti cardine su cui le forze della Resistenza si uniscono. Il dovere di tutte e tutti deve essere quindi quello di sostenerli, senza esitazioni. Privati della loro libertà mettono a disposizione i loro corpi per continuare la lotta; noi possiamo e dobbiamo mettere a disposizione la nostra solidarietà per sostenerli.

Pagine

Abbonamento a RSS - detenzione amministrativa

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.
 

FrontePalestina newsletter

Stay informed on our latest news!

Abbonamento a FrontePalestina newsletter feed

Accesso utente