anticapitalismo

Sul corteo del 19 settembre a Milano contro Expo e contro Israele

Il corteo del 19 settembre a Milano ha rappresentato il momento culminante della campagna NO EXPO NO ISRAELE promossa dal Fronte Palestina, che ha portato in piazza centinaia di compagne e compagni a sostegno della resistenza del popolo palestinese contro il sionismo in tutte le sue ramificazioni, denunciando non solo la mistificazione dello stand israeliano nella vetrina di Expo2015 ma anche chi vorrebbe ridurre la Palestina a una misera e asservita presenza all’interno di quella vetrina così come nella realtà.

Verso la giornata in sostegno della Resistenza palestinese!

Uno degli obiettivi che la campagna si era preposto è di denunciare i tentativi di infiltrazione sionista che stavano avvenendo a Milano grazie all'esposizione universale Expo2015 dove Israele avrebbe ostentato le sue eccellenze nel campo dell'agricoltura e dell'innovazione tecnologica, in particolar modo sul tema della sicurezza e del controllo.

Nessuna radice in comune con gli assassini. Boicottare la guerra, boicottare Israele

Mentre a Nablus i coloni impuniti assassinano e rivendicano la morte di un bambino palestinese dopo aver appiccato il fuoco alla sua casa e a Gerusalemme la polizia israeliana attacca selvaggiamente gli arabo palestinesi fin dentro le moschee, il candidato alle primarie del Partito Democratico Emanuele Fiano si permette, in un silenzio assordante contro i crimini di Israele, di aprire una polemica su una compiacente “Repubblica” accusando di antisemitismo chi critica l'operato dello Stato Sionista di Tel Aviv.

Appello alla mobilitazione: continuiamo la campagna "No Expo - No Israele"

Il 19 settembre, giornata nella quale è previsto l’arrivo di Abu Mazen all’Expo - contestualmente, nello stesso mese, alla presenza di un rappresentante israeliano - deve essere un’occasione per far sentire la nostra voce, rilanciare la lotta contro Expo e la narrazione che ci propina, opporsi alla presenza di Israele come principale partecipante alla fiera delle multinazionali, occasione in cui la Palestina che si presenta si fa relegare, invece, in un piccolo stand nella “zona arida”. Invitiamo tutti i solidali con la Resistenza Palestinese e i suoi prigionieri, gli antimperialisti, coloro che sono impegnati nell’appoggio alle resistenze dei popoli e le realtà di lotta contro Expo a costruire con noi la mobilitazione.

Pagine

Abbonamento a RSS - anticapitalismo

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.
 

FrontePalestina newsletter

Stay informed on our latest news!

Abbonamento a FrontePalestina newsletter feed

Accesso utente