Ahmad Saadat

Mese d’azione per Georges Abdallah: presidio davanti al consolato francese a Milano

23 ottobre 2019 - Milano

PER LA LIBERAZIONE DI RAJA EGHBARIEH, AMHAD SA’ADAT, GEORGES ABDALLAH E TUTTI PRIGIONIERI RIVOLUZIONARI DALLE CARCERI SIONISTE E IMPERIALISTE

L'entità sionista continua a rivelarci il suo vero volto confessionale, segregazionista e colonialista sancito ulteriormente nella sua “Legge fondativa dello Stato”. Proprio nell’80° anniversario delle leggi razziali fasciste in Italia, Israele ha varato le proprie leggi razziali, legalizzando il suo essere l’unico stato stato di Apartheid nel mondo su base etnico- religiosa, senza incontrare contestazioni in una comunità internazionale basata sulla forza repressiva delle classi dominanti, dove la classe forte “mangia” letteralmente quelle deboli.

25 OTTOBRE 1984, 25 OTTOBRE 2018 - 34 anni di accanimento repressivo, 34 anni di resistenza

Lega e 5 stelle non sono altro che in continuità con tutto ciò e, non solo siamo al fianco di tutte le lotte contro questo ulteriore governo razzista e imperialista, ma anche crediamo che dobbiamo tutti quanti prendere esempio dal tenace spirito di resistenza dei compagni palestinesi!

Report delle iniziative a sostegno dello sciopero della fame dei prigionieri palestinesi

Come Fronte Palestina siamo partiti da un’iniziativa, successiva al 17 aprile, cioè la giornata dedicata al prigioniero palestinese e data scelta come inizio dello sciopero della fame di oltre 1.500 prigionieri nelle carceri sioniste, che ha sviluppato un interessante dibattito e buona partecipazione, in varie città italiane, con la presenza della compagna palestinese MYASSAR ATYANI di Nablus, ex prigioniera, che ha partecipato anche al presidio del 25 Aprile a Milano.

Pagine

Abbonamento a RSS - Ahmad Saadat

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.
 

FrontePalestina newsletter

Stay informed on our latest news!

Abbonamento a FrontePalestina newsletter feed

Accesso utente