Appelli e Comunicati

IL VELENO DEGLI “SCORPIONI” SIONISTI!

La NATO angloeuropea e quella mediorientale, composta dalle petromonarchie del Golfo Persico, negli ultimi tempi hanno cercato di costruire una road map di NORMALIZZAZIONE con l’entità sionista, in grado di ampliare le sue chances di sopravvivenza a medio termine, limitare gli effetti collaterali del fallimento dei suoi piani egemonici nell’area e, non meno importante, costruire una barriera di protezione politico-militare e diplomatica contro la sua estinzione.

L’“Accordo del Secolosecret in progress, in preparazione da parte della troika sionista formata dal rampollo Kurchner, dall’ambasciatore Greenblatt insieme al principe ereditario saudita, così come l’ospitalità riservata a ministri ed emissari sionisti in Oman, Baharein, UAE e Arabia Saudita, fanno parte di questo piano. Così come l’intercessione della junta egiziana con i soldi del regno che ospita la più grande base statunitense del Golfo: il Qatar.

Tutto però si sta complicando, dovuto al fatto che la pace, con tutta evidenza, rappresenta un evento contronatura per gli scorpioni imperial-sionisti. I fatti, dalla testa dura, sono lì ad infrangere i propositi dei pacifinti occidentali e dei loro finanziatori sionisti e monarchici che ne comprano l’ignavia, rendendoli grotteschi nei loro ipocriti intenti.

Come il paradosso dello scorpione che affoga la rana, il quale giustifica il proprio comportamento omicida-suicida come parte immodificabile della sua natura predatoria, così i sionisti in queste ore stanno aggredendo la Palestina, nella Striscia di Gaza, uccidendo per l’ennesima volta le possibilità pacifiche per una giusta pace e dimostrando che questa è raggiungibile solo lasciando lo scorpione sionista nella parte mortale del guado.

Infatti, esattamente nel momento in cui lo stato israeliano pressa egiziani e qatarioti ad aiutarlo a confezionare una tregua di medio termine con la Resistenza palestinese nella Striscia, l’esercito di Tsahal conduce un’operazione “sporca”...proprio a Gaza! Domenica sera una Squadrone della Morte sionista, in borghese, è stato scoperto dalla sicurezza palestinese mentre si aggirava in cerca delle sue prede, infiltratosi nel territorio da questa controllato. Ne è scaturito un conflitto a fuoco, seguito da un bombardamento aereo.

Quindi, proprio mentre sale in spalla alla rana araba lo scoprione sionista la ferisce mortalmente, dando avvio all’ennesima escalation antipalestinese.

Ricordandoci che quella della Resistenza antisionista con tutti i mezzi necessari è l’unica via da percorre per la liberazione della Palestina.

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.
 

FrontePalestina newsletter

Stay informed on our latest news!

Abbonamento a FrontePalestina newsletter feed

Accesso utente